Villastellone, 100 ingegneri alla Petronas

Un nuovo centro ricerche sul nostro territorio che da ossigeno all'occupazione di qualità 

Parole chiave: lavoro (163), occupazione (13), territorio (15), torino (709), cintura (4)
Villastellone, 100 ingegneri alla Petronas

È iniziato il conto alla rovescia per l’apertura del nuovo Centro ricerche e sviluppo globale della Petronas Lubricants International, sito ai confini tra Villastellone e Santena.

Il Centro, come ha spiegato durante l’inaugurazione del pannello del countdown mercoledì 8 novembre Alessandro Orsini, capo dell’area  Europa di Petronas, ha richiesto un investimento di 60 milioni di dollari, sarà inaugurato il 9 marzo 2018 e vi lavoreranno 100 ingegneri provenienti da tutto il mondo tra cui dal Politecnico di Torino.

Giuseppe D’Arrigo, capo azienda e amministratore delegato di Petronas, ha aggiunto:  «Siamo orgogliosi di essere da più di 50 anni su questo sito ai confini tra Santena e Villastellone. Siamo parte della storia, dell’economia e della vita sociale di questo ambiente. E vorrei ringraziare per l’aiuto fondamentale arrivato dalle comunità locali, così come dalla Regione Piemonte e dalle istituzioni nazionali, che hanno permesso la concretizzazione del progetto. Nel gennaio 2016 ci eravamo trovati qui per la posa della prima pietra: davanti a noi c’era un campo, allora il Centro ricerche era un’ idea: oggi,  ha preso forma ed è quasi terminato».

La nuova struttura vanta una tecnologia all’avanguardia che comprenderà un centro sviluppo per i lubrificanti industriali, laboratori di ultima generazione che consentiranno agli ingegneri e ai ricercatori di Petronas di effettuare diverse tipologie di test e laboratori chimici dotati di attrezzature altamente tecnologiche. Nel Centro saranno sviluppati prodotti che permetteranno di ridurre le emissioni e di ottemperare alle sempre più stringenti normative anti inquinamento. Qui c’è già la sede strategica per la ricerca a livello mondiale per lo sviluppo dei lubrificanti di Petronas e vengono sviluppati tutti i fluidi per le macchine del team Mercedes della Formula 1, guidate dai piloti Hamilton e Bottas».

I manager di Petronas hanno spiegato che si è scelta Torino perché è «la casa dell’automotive e dell’engineering a livello mondiale. «Qui ci sono non solo le competenze, ma anche i nostri più importanti clienti e partner per poter  sviluppare le sfide di oggi, ma anche quelle future» precisato D’Arrigo.

Il nuovo Centro ricerche di Petronas, multinazionale che opera in oltre 100 Paesi, sarà una struttura avveniristica di 4 piani in vetro e acciaio su una superficie vasta come due campi di calcio.

All’inaugurazione c’era il sindaco di Santena Ugo Baldi: «Circa un anno e mezzo fa circa Petronas ha avviato una riorganizzazione aziendale. Confesso che ero molto preoccupato per il nostro territorio ma oggi sono più risollevato: Petronas ha avviato e realizzato una riorganizzazione sostenuta da investimenti: avere sul nostro territorio un centro di ricerca globale di importanza mondiale con un’attenzione alla tutela dell’ambiante ci fa ben sperare». Anche Davide Nicco, sindaco di Villastellone, ha ringraziato i vertici di Petronas «per aver avuto il coraggio di investire su questo territorio in un momento di profonda crisi economica e occupazionale». 

Tutti i diritti riservati

Attualità

archivio notizie

16/12/2017

DAT: Nosiglia sostegno alla posizione espressa da Arice del Cottolengo

La dichiarazione dell'Arcivescovo di Torino sulla decisione di non applicare la legge sul Biotestamento nelle strutture del Cottolengo. Il Pastore della Chiesa torinese riprende gli stessi concetti espressi dalla Cei e dal suo presidente cardinale Gualtiero Bassetti

16/12/2017

Francesco ai giornali cattolici: "I vostri sono strumenti preziosi ed efficaci"

Oltre trecentocinquanta rappresentanti dei settimanali cattolici della Fisc e dell'Unione Stampa periodica italiana (Uspi) in udienza dal Papa in Sala Clementina che ha spronato vescovi, chiese locali e comunità ecclesiali a sostenere le voci giornalistiche locali

15/12/2017

Il Biotestamento è legge, ignorati gli appelli a blindarlo contro le spinte verso l’eutanasia

Come il quotidiano cattolico Avvenire, anche il settimanale diocesano di Torino "La Voce e Il Tempo" aveva chiesto che il Parlamento si fermasse a riflettere: l'alimentazione assistita può essere sospesa come fosse un medicinale? Ecco il pensiero del Papa e della Chiesa

14/12/2017

Un'Unione economica e monetaria da approfondire

Un’iniziativa in coincidenza con il negoziato di Brexit