I grandi del ciclismo insieme all'istituto Riba

Un incontro che unisce la ricerca nel campo agonistico alle terapie di cura 

Parole chiave: riba (1), nibali (1), sanità (20), sport (15), ciclismo (1)
I grandi del ciclismo insieme all'istituto Riba

Un nuovo prestigio per l’Istituto delle riabilitazioni Riba di Torino (corso Francia 104/3) che, sabato 2 dicembre, ha ufficializzato la partnership con il team ciclistico internazionale Bahrian Merida Pro Cycling Team, la squadra dei campioni Vincenzo Nibali e Sonny Colbrelli. «La scelta dell’Irr come staff medico rientra nel piano di potenziamento delle competenze previsto per la prossima stagione», spiega il dott. Luca Pollastri, medico della squadra, «dal campo diagnostico a quello terapeutico, si avrà necessità di gestire lo stress e i jet lag».

 

L’istituto, oltre a possedere una vocazione nazionale – è uno dei 4 centri italiani del Collaboration Centre of the International Federation of Sport Medicine e afferente al gruppo Cidimu –, può vantare una ricerca specializzata su tecniche innovative come la corsa su tapis roulant in assenza di gravità o la tDcs, la stimolazione transcranica a corrente diretta continua: non si tratta di doping, ma elettrostimolazione con frequenze elettriche molto basse.

 

La tDcs (acronimo di transcranial direct current stimulation) consente di stimolare diverse aree cerebrali al fine di gestire meglio la fatica, aumentare la rapidità e la precisione del gesto atletico e permettere all’atleta di riposare meglio dopo le prestazioni. Questa tecnica, nata per il trattamento di condizioni patologiche quali il morbo di Parkinson, la demenza di Alzheimer, la sclerosi multipla o la depressione, incide perciò sul carico emotivo e motorio dell’atleta, con lo scopo di potenziare e perfezionare le prestazioni particolarmente impegnative.

 

Per il direttore dell’istituto Luigi Molino «la particolarità di questa tecnica consiste nella valutazione neurologica del paziente e nella programmazione personalizzata», che la distinguono da tutti i dispositivi similari in commercio. Per questo gli atleti della squadra si sottoporranno a visite diagnostiche in sede nelle prossime settimane prima di annunciare, entro il mese di dicembre, il programma della prossima stagione. 

Tutti i diritti riservati

Attualità

archivio notizie

16/12/2017

DAT: Nosiglia sostegno alla posizione espressa da Arice del Cottolengo

La dichiarazione dell'Arcivescovo di Torino sulla decisione di non applicare la legge sul Biotestamento nelle strutture del Cottolengo. Il Pastore della Chiesa torinese riprende gli stessi concetti espressi dalla Cei e dal suo presidente cardinale Gualtiero Bassetti

16/12/2017

Francesco ai giornali cattolici: "I vostri sono strumenti preziosi ed efficaci"

Oltre trecentocinquanta rappresentanti dei settimanali cattolici della Fisc e dell'Unione Stampa periodica italiana (Uspi) in udienza dal Papa in Sala Clementina che ha spronato vescovi, chiese locali e comunità ecclesiali a sostenere le voci giornalistiche locali

15/12/2017

Il Biotestamento è legge, ignorati gli appelli a blindarlo contro le spinte verso l’eutanasia

Come il quotidiano cattolico Avvenire, anche il settimanale diocesano di Torino "La Voce e Il Tempo" aveva chiesto che il Parlamento si fermasse a riflettere: l'alimentazione assistita può essere sospesa come fosse un medicinale? Ecco il pensiero del Papa e della Chiesa

14/12/2017

Un'Unione economica e monetaria da approfondire

Un’iniziativa in coincidenza con il negoziato di Brexit