Torino: prosegue l’ampliamento dei rifiuti porta a porta

Il progetto arriva a San Salvario: da settembre la distribuzione dei contenitori, la raccolta parte a gennaio

Parole chiave: raccolta (4), rifiuti (6), Torino (667), San Salvario (6), amiat (1), iren (3), ambiente (25), amministrazione (18)
Torino: prosegue l’ampliamento dei rifiuti porta a porta

Da oggi martedì 5 settembre la raccolta differenziata non sarà più un problema. Il progetto è stato presentato, oggi, nel corso di una conferenza stampa presso la sala delle Colonne a Palazzo di Città con la partecipazione dell’assessore all’Ambiente del Comune di Torino, Alberto Unia, l’ Amministratore delegato di Amiat Gianluca Riu e il vice presidente della Circoscrizione 8 Massimiliano Miano.

Il progetto ha due scopi principali, sostenuti dall’Amministrazione con impegno: il primo è quello di sensibilizzare la popolazione sulla gravità del problema rifiuti e dall’altro quello di portare risultati concreti ai territori e dunque su larga scala all’ambiente urbano e rurale del pianeta.

A Torino dunque, grazie all’impegno del gruppo Iren e Amiat il riciclaggio dei rifiuti “porta a porta” sarà esteso nella zona di San Salvario, che da corso Marconi arriva in Corso Bramante: un’ area di 2,14 km2 che non comprende tutto il quartiere, ma solo la parte “nuova”, come ha spiegato i vicepresidente della circoscrizione che ha auspicato una estensione a tutto il quartiere del servizio in tempi rapidi. Questo ingrandimento riguarderà 26.000 torinesi di cui circa 13.500 famiglie, 1250 utenze non domestiche e 1.000 uffici.

E’ stato ricordato che gli addetti che porteranno i contenitori e i kit nei condomini e nelle case, saranno riconoscibili da una pettorina e un tesserino, e che non sono autorizzati a entrare nel domicilio. In caso di assenza durante la consegna si può ritirare il kit in appositi punti info-distributivi. Con questa innovazione saranno anche inclusi il rifiutologo e il calendario della raccolta rifiuti.

I cassonetti stradali non scompariranno subito ma,  gradualmente a partire dal 18 settembre, in questo modo si spera di arrivare all’incremento della raccolta differenziata del 65%, obbiettivo indicato dall’Unione Europea. Per raggiungere entro il 2020 questo fine saranno coinvolti altri 2 quartieri: Santa Rita e Vanchiglietta- Borgo Rossini.

La campagna di coinvolgimento prevede, inoltre, altre azioni di comunicazione/informazione fra le quali una piccola mostra itinerante sul tema “riciclo” che sarà ospitata presso i punti di maggior afflusso del territorio. Ma non solo. Da oggi è attiva anche la pagina Facebook “Porta a Porta San Salvario”, dove saranno disponibili, per tutti i cittadini interessati, informazioni e aggiornamenti sulle diverse zone di attivazione del quartiere.

(servizio a cura degli studenti del Liceo Valsalice in Alternanza Scuola Lavoro)

Tutti i diritti riservati

Attualità

archivio notizie

25/09/2017

Adolfo Barberis: prete modello

Cinquanta anni fa moriva il sacerdote venerabile che ha creduto e seminato moltissimo. Al Famulato Cristiano il 25 settembre alle 18.30 presso la Chiesa del Gesù (via Lomellina 4) mons. Guido Fiandino presiede la Messa di suffragio 

25/09/2017

I vescovi piemontesi al G7: "Siamo preoccupati per l'inequità dell' attuale economia. Necessario trovare nuove strade"

L'appello dei pastori della Conferenza episcopale del Piemonte in apertura del G7 a Torino che chiede riprendendo la "Laudato Sii" di Francesco "una relazione armonica tra le capacità dei singoli e lo sviluppo economico e sociale"

25/09/2017

Rowing Regatta: ritorna la competizione tra Politecnico e Università

Venerdì 29 settembre ritorna la sfida sul Po giunta quest’anno alla XXI edizione

24/09/2017

Carmagnola, per i ragazzi autistici ora c’è una squadra di calcio

I giovani della comunità Villa Ottavia di Piobesi d'Alba si alleneranno sui campi dell'Asd Salsasio