Una magia lunga 10 anni: Raul Cremona, Christopher Castellini ed Edoardo Pecar a sostegno di CasaOz

Giovedì 18 maggio, ai MagazziniOz, si terrà il primo di tre appuntamenti di “Si può fare”, il format organizzato in collaborazione con Reda che, attraverso storie incredibilente possibili, ha l’obiettivo di raccogliere fondi a favore di CasaOz

Parole chiave: magazzini O (3), Casa Oz (2), Torino (650), bambini (21)
Una magia lunga 10 anni: Raul Cremona, Christopher Castellini ed Edoardo Pecar a sostegno di CasaOz

Con tenacia, forza di volontà e resilienza “Si può fare”: non si tratta solo di un’esortazione a superare i propri problemi, ma di un’affermazione che molte persone, dopo momenti di difficoltà e apparenti limiti, possono esclamare con successo. Con questa premessa – giovedì 18 maggio 2017, alle ore 18.30MagazziniOz ospiterà una serata benefica a favore dell’Associazione CasaOz Onlus che, in occasione del suo decennale, non poteva che ispirarsi al mondo della magia, portando le testimonianze di tre maghi: Raul Cremona, Christopher Castellini ed Edoardo Pecar. Seguirà, a partire dalle ore 20.30, una cena informale con gli ospiti, con un menù pensato ad hoc dallo chef di MagazziniOz.

 

Si tratta del primo di tre appuntamenti di “Si può fare”, il format organizzato in collaborazione con Reda, azienda tessile del biellese, che ha l’obiettivo di raccogliere fondi a favore di CasaOz, Onlus che si occupa di accoglienza, sostegno e restituzione della normalità a bambini malati e alle loro famiglie. Per l’occasione, Raul Cremona, Christopher Castellini ed Edoardo Pecar, racconteranno un pezzo della propria storia, dimostrando attraverso la loro testimonianza che, con un atteggiamento aperto e proattivo, ognuno di noi può fissarsi dei traguardi e raggiungerli indipendentemente dal punto di partenza.

«Mi è già capitato di svolgere attività a sostegno di realtà sociali dichiara Edoardo Pecar -, ma sono particolarmente felice di partecipare a questo progetto perché è rivolto ad una struttura che si occupa di bambini e di famiglie che affrontano la malattia, una dimensione in cui è richiesta grande forza, energie e risorse. Posso dire, anche a nome dei miei colleghi Raul e Christopher, che portare la nostra professionalità e la nostra ‘magia’ per i bambini di CasaOz sarà il miglior cachet acquisibile».

«Aiutare le famiglie ad affrontare uno dei momenti più difficili della vita, la malattia di un figlio, è quello che facciamo da ormai dieci annidichiara Enrica Baricco, Presidente di CasaOzVedere e sentire che le persone che passano da CasaOz e dai MagazziniOz si sentono come a casa è la dimostrazione che insieme “si può fare" e dà forza ed energia ad una quotidianità che cura».

Fonte: Comunicato stampa
Pubblico dominio

Attualità

archivio notizie

20/07/2017

Torino contro l'azzardo, il Tar dà ragione al Comune

La sentenza – respinti i ricorsi delle sale gioco contro l’ordinanza della giunta Appendino che limita l’apertura delle slot ad 8 ore al giorno 

19/07/2017

Vaccini, tempo di decisioni e responsabilità

I dati, le polemiche e il dibattito parlano gli esperti

19/07/2017

Dall’Italia al Sudamerica, andata e ritorno

Emigrazioni – La fuga dal Brasile dei discendenti italiani. lo sbarco dei profughi sulle nostre coste. i piemontesi nel mondo in visita ad oropa

19/07/2017

Fare cultura, come nacque il «sistema Torino»

Scrive Ugo Perone -  La crisi industriale degli Anni Novanta spinse la politica, Giunta Castellani, ad una vasta riflessione sull’identità del capoluogo, sul bisogno di pensiero, sul rilancio possibile. Oggi prevale la critica dei «salotti» che assunsero la guida della città. Ma sta rallentando anche la capacità di progetto