L'11 febbraio la Raccolta farmaci per chi non può curarsi

Sabato 11 febbraio si svolge in tutta Italia la 17a edizione della Giornata di raccolta del farmaco promossa dal Banco farmaceutico. Anche l'Arcivescovo mons. Nosiglia ha contribuito alla colletta.  

L'11 febbraio la Raccolta farmaci per chi non può curarsi

Sabato 11 febbraio si svolge in tutta Italia la 17a edizione della Giornata di raccolta del farmaco promossa dal Banco farmaceutico. Lo scorso anno in Piemonte la Giornata ha coinvolto 463 farmacie. Sono stati raccolti 47.986 farmaci donati a 177 enti caritativi che li hanno distribuiti a 45 mila persone in difficoltà seguite dai propri servizi.

In particolare, nell’area metropolitana di Torino, gli enti convenzionati sono stati 50 e le 214 farmacie aderenti hanno raccolto 23.324 farmaci distribuiti a 26.000 assistiti.

L’iniziativa quest’anno vede coinvolte a Torino e provincia 223 farmacie che consegneranno i farmaci donati dai cittadini a 50 enti convenzionati del territorio, tra cui l'associazione Camminare Insieme, il Sermig, il Gruppo Abele, gruppi Caritas parrocchiali, la Comunità Madian. Anche l’Arcivescovo mons. Cesare Nosiglia l’11 febbraio, dopo aver preso parte ai lavori del Convegno per la Giornata Mondiale del Malato al Centro congressi del Santo Volto, si è recato in una farmacia torinese per una personale donazione.

Negli ultimi tre anni la richiesta di farmaci da parte degli enti convenzionati con il Banco farmaceutico è salita del 16%, a fronte del costante aumento delle richieste delle persone in situazione di fragilità: gli utenti complessivi, inoltre, sono cresciuti nel 2016 del 37,4%. Secondo il rapporto sulla povertà, “Donare per curare povertà sanitaria e donazione farmaci”, realizzato dal Banco in collaborazione con l’Osservatorio Donazione farmaci le difficoltà non riguardano solo i poveri: oltre 12 milioni di italiani e 5 milioni di famiglie hanno dovuto limitare il numero di visite mediche o gli esami di accertamento per ragioni di tipo economico. 

«Un senso di riconoscenza particolare a istituzioni, farmacisti e a tutti i cittadini che si recheranno in farmacia ad acquistare un farmaco:  senza  di essi, donatori  generosi e silenziosi,  questo  gesto di generosità non sarebbe possibile», afferma Clara Cairola, presidente del Banco farmaceutico di Torino.

Per informazioni: www.bancofarmaceuticotorino.org 

Tutti i diritti riservati

Solidarietà

archivio notizie

17/02/2017

Mostra a Torino: il riscatto inizia con le foto

Al Palazzo della Luce, in via Bertola 40, l'associazione "Terza Settimana" presenta la mostra "Scat-To", formata dai racconti fotografici di chi vive ai margini a Torino, persone che fino a ieri conducevano una vita "normale"

28/12/2016

Al Lingotto è tornata la cena "Auguri a Mille", offerta a mille piemontesi indigenti

Il 28 dicembre a Lingotto Fiere è tornata la cena di gala "Auguri a Mille" offerta dal Banco alimentare del Piemonte a mille piemontesi che vivono nella fragilità. Servizio fotografico

24/12/2016

Servono volontari accanto ai terremotati

Dalla Caritas appello alla diocesi subalpina, parrocchie e singoli per la formazione di gruppi di persone disponibili a dedicare 7 o 15 giorni a famiglie e anziani che hanno perso tutto nei luoghi del sisma

25/11/2016

Rivoli, il cibo non si butta. Accordo parrocchie-Città

È stato firmato fra il sindaco di Rivoli, Franco Dessì, e il parroco della Stella, don Giovanni Isonni, il protocollo per il recupero dei pasti in esubero dalle mense scolastiche a favore dei servizi caritativi. I piatti vengono consegnati al "Mantello di San Martino", la struttura di accoglienza gestita dalla Caritas rivolese