A scuola di risparmio anche a Torino

Un progetto dalla durata triennale che unisce economia e formazione scolastica

A scuola di risparmio anche a Torino

L'Istituto della Banca Europea per gli Investimenti (Istituto BEI), il Museo del Risparmio di Torino e la Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo hanno avviato una collaborazione volta a diffondere l’educazione finanziaria tra gli alunni delle scuole elementari del Piemonte.

L'iniziativa è stata presentata recentemente a Torino, presso la sede Intesa Sanpaolo di Piazza San Carlo, dal vicepresidente della BEI Dario Scannapieco, dal presidente di Intesa Sanpaolo Gian Maria Gros-Pietro e dal presidente della Fondazione per la Scuola Ludovico Albert.

L'obiettivo del progetto, denominato MOney LEarning, è offrire nuove opportunità di apprendimento a studenti che vivono in zone remote, per i quali è più difficoltoso raggiungere Torino. Grazie al sostegno della BEI, i bambini - senza alcun esborso per le famiglie - vengono portati in pullman al Museo del Risparmio, che dedica loro una visita guidata e gratuita.

Il progetto, organizzato in collaborazione con la Fondazione per la Scuola, ha durata triennale, dal 2016 a dicembre 2018, e coinvolgerà circa 2 000 alunni delle scuole elementari, dagli otto ai dieci anni d’età. Nel primo anno sono dieci le scuole che si avvantaggiano dell’iniziativa, provenienti da cinque diverse province, per un totale di circa 600 studenti.

Fonte: Comunicato stampa
Pubblico dominio

Attualità

archivio notizie

28/03/2017

Europa, dalla Dichiarazione all'azione politica

Finite le celebrazioni la parola alla realtà dell'oggi. L'Unione non può fallire

27/03/2017

Ho sognato il mago Zurlì

Un racconto, tra ricordi e sogni, per salutare Cino Tortorella scomparso nei giorni scorsi

27/03/2017

Centro Catti, una mostra sulla Resistenza dei cattolici

L'esposizione dal 4 al 29 aprile 2017 presso la Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino

27/03/2017

Lo sviluppo e il progresso dei popoli

La prima enciclica sociale dopo il Concilio, la "Populorum Progressio" a cinquant'anni dalla sua promulgazione