Fiano, il futuro del paese passa dall'oratorio

Il centro giovanile, dedicato al compianto parroco don Sanguinetti, continua ad investire sulla Pastorale giovanile. Numerose le attività in sinergia con gli oratori dell'Unità pastorale 33 

Parole chiave: Fiano (1), oratorio (16), giovani (147)
Fiano, il futuro del paese passa dall'oratorio

Oratorio sempre aperto. Esiste e si trova a Fiano dove a qualsiasi ora c’è qualcuno che tira due calci al pallone presso il campetto della parrocchia San Desiderio (via Borla 18).

Non esistono serrature e lucchetti, tantomeno orari, perché il campo è dei ragazzi, spalancato soprattutto a chi è «lontano» dalla parrocchia; l’oratorio diventa, infatti, la loro casa.

«Un cortile», afferma il parroco don Andrea Notario, «che vuole in primo luogo accompagnare i ragazzi a diventare cittadini attivi affiancando la famiglia e la scuola».

foto_fiano_2

La parrocchia ha recentemente rimesso a nuovo porte e reti da calcio, e istallato in oratorio un impianto di illuminazione a led per favorire ambienti più accoglienti, luminosi e il risparmio energetico. Sono poi gli stessi adolescenti che si prendono cura degli ambienti oratoriani come luoghi preziosi a loro disposizione.

«È su quel campo che si impara la vita», prosegue don Notario, «è da quel campo che si diventa ‘buoni fianesi’ capaci di prendere in mano la propria vita, quella del paese e della società».

È all’oratorio che, attraverso i discorsi col don, che passa per fare due chiacchiere, e il confronto con gli altri, spesso si prendono decisioni importanti come la scelta della scuola superiore, dell’università o di un percorso professionale e lavorativo.

La Pastorale giovanile è ben radicata a Fiano su impulso del compianto parroco don Giuseppe Sanguinetti, che guidò la comunità dal 1968 al 2012, a cui infatti è stato dedicato l’oratorio. Tutti gli animatori hanno una maglietta con una frase lasciata loro da don Sanguinetti:  «il bene che si fa non viene tanto dalle grandi attività organizzate ma da un rapporto di amicizia con le persone e da una presenza discreta in ogni situazione che la Provvidenza ci affida». La missione dell’oratorio fianese.

Il sabato pomeriggio dalle 15 alle 18 si tengono le tradizionali attività di animazione per bambini e ragazzi con grandi giochi, laboratori, la preghiera. Ci sono poi grandi feste che coinvolgono tutto il paese. Un gruppo di animatori, appositamente formato presta servizio al sabato e negli incontri di catechismo.

Quest’anno si è intensificato il progetto di Pastorale giovanile che le parrocchie dell’Unità 33 (Robassomero, Cafasse, Fiano, Varisella e Vallo) portano avanti da tempo con lo scopo di aiutare la comunità giovani a prendere in mano il proprio territorio. Tra le attività centrali il campo invernale di Up nelle vacanze di Natale presso la Casa delle suore di Sant’Anna a Viù per ragazzi delle superiori e over 19 e un percorso mensile di formazione che si tiene nelle diverse parrocchie dell’Up, curato da don Notario e da tutti gli educatori degli oratori, sull’affettività.

D’estate l’oratorio di Fiano organizza i campi estivi per i bambini e ragazzi di elementari, medie e superiori presso l’amata Casa alpina a Mottera di Chialamberto nelle Valli di Lanzo.                                                                                                                                                                                 

«L’oratorio», sottolinea il parroco, «offre ai giovani l’opportunità di prendere in mano la progettualità della Pastorale giovanile in quanto se i giovani non si responsabilizzano non rimangono in parrocchia, se ne vanno, senza di loro la pastorale perde concretezza».

Sabato 25 febbraio all’oratorio di  Varisella (via don Cabodi 10) alle 15 si tiene la festa di Carnevale degli oratori di Up.

Per informazioni sulle attività dell’oratorio di Fiano: mail oratoriodgs@hotmail.com.

Tutti i diritti riservati

Giovani

archivio notizie

13/03/2017

Verso il Sinodo dei Giovani: l’apporto dei religiosi

L’11 marzo convegno regionale a Torino presso l'auditorium del Cottolengo

24/02/2017

"Oratorio estivo", c'è già il sussidio

«Thesaurus e il sentiero proibito». È il titolo del sussidio (editrice Elledici), curato dalla Pastorale giovanile della diocesi e dalla Noi Torino, per la formazione degli animatori e la preparazione delle attività della prossima Estate ragazzi 

19/02/2017

Gli oratori al sindaco: "noi siamo già nelle periferie"

Due ore di faccia a faccia tra il sindaco di Torino, Chiara Appendino, parroci ed educatori il 17 febbraio presso la parrocchia Cafasso per un patto che rafforzi la collaborazione tra Città e centri giovanili oratoriani sulle periferie. Gallery fotografica

03/02/2017

Gli Oratori e il Sindaco, dialogo sulle periferie

Il 17 febbraio all'oratorio Cafasso di Torino confronto a tutto campo fra il sindaco Chiara Appendino e i responsabili dei centri giovanili