Giovani verso il Sinodo, start up in vigna!

Si è aperto nella Vigna della Regina sulla collina torinese il nuovo anno della Pastorale giovanile segnato dal cammino verso il Sinodo dei Vescovi sui giovani. L'apice sarà l'incontro del Papa con la gioventù italiana a Roma il 12 agosto 2018. Nell'itinerario anche il raduno della Comunità di Taizè a Torino il prossimo 21 aprile. Guarda il video e la Gallery fotografica

Giovani verso il Sinodo, start up in vigna!

I giovani fra i vigneti con lo sguardo puntato sulla città ai propri piedi. Si è aperto così il nuovo anno della Pastorale giovanile diocesana che muove i primi passi nel cammino verso il Sinodo dei Vescovi sui giovani in programma nell’ottobre 2018. I ragazzi e i rappresentanti di gruppi, movimenti e associazioni giovanili della diocesi, guidati dall’Arcivescovo mons. Nosiglia e da don Luca Ramello, direttore della Pastorale giovanile diocesana, nel pomeriggio di sabato 7 ottobre hanno visitato la Vigna reale di Villa della Regina sulla collina torinese.

Uno Start up che sprona i giovani e gli educatori a farsi prossimi nei confronti dei ragazzi e dei propri coetanei nei diversi ambiti e situazioni del mondo giovanile, secondo le linee consegnate dall’Arcivescovo nella Lettera Pastorale «Maestro dove abiti?», frutto di cinque anni di cammino della Pastorale giovanile a partire dall’apertura del Sinodo dei Giovani (2012-2014).   

Ed ecco l’invito dell’Arcivescovo "ad andare nella Vigna del Signore" nelle proprie città e paesi in particolare nelle tante periferie giovanili rappresentante dalla piaga della disoccupazione giovanile, dai problemi legati alla dispersione scolastica e all’insorgere di dipendenze, bullismo, devianza.

Un invito ad una Pastorale giovanile sempre più aperta e inclusiva verso tutti i giovani in quanto giovani, anche i soggetti più svantaggiati: disabili, stranieri, migranti.   

«Vogliamo partire dalla Vigna», ha detto l’Arcivescovo ai giovani, «che incoraggia il vostro impegno e la vostra costanza nel far crescere qualcosa che stenta ma che poi esplode e diventa segno di speranza per voi e per gli altri. La vite fa l’uva per gli altri. Riscoprite, dunque, la dimensione missionaria del servizio: costruite in modo che altri possano gustare e usufruire del vostro lavoro».  

I giovani si sono poi riuniti in Seminario Maggiore, in via Lanfranchi, dove associazioni e movimenti attraverso degli stand hanno presentato le iniziative e le proposte del proprio cammino annuale.

«Luogo significativo», ha sottolineato don Ramello, «nel cammino del Sinodo che mette a tema "I giovani, la fede e il discernimento vocazionale"».

Il rettore don Ferruccio Ceragioli ha, infatti, presentato il Seminario come la "Casa dei giovani", non solo per i seminaristi. Sono molteplici, infatti, le proposte di riflessione e preghiera aperte alle diverse fasce d'età dei ragazzi della diocesi (Seminario di Torino - proposte)  

Ed ecco poi l’annuncio del raduno della comunità di Taizè a Torino perl'incontro ecumenico il prossimo 21 aprile. Proprio la comunità torinese di Taizè ha guidato la preghiera finale dello Start up nell'aula magna del Seminario.

«Per l'occasione giungeranno a Torino diverse centinaia di giovani», ha detto l’Arcivescovo, «rivolgo fin d’ora l’appello ad aprire le vostre case per accogliere i pellegrini».

Infine l’apice del cammino annuale: il pellegrinaggio a Roma per l’incontro dei giovani italiani con Papa Francesco verso il Sinodo in programma il 12 agosto. L’8 e il 9 agosto si terrà il cammino diocesano, il 10 ci si ritroverà a Torino con le altre diocesi del Piemonte per il cammino regionale; seguirà dunque la partenza alla volta di Roma per l’incontro con il pontefice.

Per informazioni: www.upgtorino.it.  

Tutti i diritti riservati

Giovani

archivio notizie

04/10/2017

San Salvario, famiglia lontana? Arriva la Casa dei giovani

Nella parrocchia salesiana si ospiteranno ragazzi in difficoltà, stranieri e italiani, dai 18 anni in su. L'obiettivo del progetto è avviarli all'autonomia 

22/09/2017

San Salvario, l'oratorio diventa "salotto" nella movida

Il 29 settembre in largo Saluzzo si è aperto un ciclo di tre serate per giovani sulle sfide delle nuove generazioni.È la proposta dalla parrocchia Ss. Pietro e Paolo e dell'oratorio salesiano San Luigi nel contesto della "movida spirituale"

30/07/2017

Da Sosnowiec a Settimo, la Gmg al contrario dei giovani polacchi

Gemellaggio - ricambiata l'ospitalità sperimentata nel pellegrinaggio verso Cracovia un anno fa 

01/07/2017

Silvio Dissegna il santo bambino

Una storia di una vita per la fede che accende il cuore